www.geoindagini.eu
Sismica MASW -- REMI HVSR

MASW e REMI


I metodi MASW e Remi consentono di determinare il profilo di velocità delle onde di taglio Vs nei primi 30 m di profondità (Vs30) e quindi la classificazione del terreno di fondazione in base alle nuove norme tecniche di costruzione (NTC 2008).

Il metodo MASW (Multichannel Analysis of Surface Waves) è una tecnica di indagine non invasiva che si basa sulla misura delle onde superficiali (Onde di Rayleigh) eseguita in corrispondenza di diversi sensori posti sulla superficie del suolo, essa è considerata una prova sismica di tipo “attivo” in quanto le onde superficiali sono generate in un punto sulla superficie del suolo tramite energizzazione con mazza battente.

L’analisi Remi rientra nei metodi di sismica “passiva” che consistono nel registrare microtremori, cioè rumori ambientali dovuti a sorgenti naturali e/o artificiali. L’acquisizione prevede disposizioni multi-geofoniche come per la prova sismica a rifrazione e per il metodo MASW è l’utilizzo di un sismografo multicanale. 

 

Curva di dispersione indagine MASW-REMI


HVSR

 

La caratterizzazione sismica dei terreni tramite la tecnica di indagine sismica passiva HVSR (Horizzontal to Vertical Spectral Rario – Metodo di Nakamura) è finalizzata all’individuazione delle frequenze caratteristiche di risonanza di sito indispensabili negli studi di microzonazione, per la progettazione di edifici antisismici e per il calcolo della Vs30 e la relativa categoria del suolo di fondazione come esplicitamente richiesto dalle NTC 2008.

La tecnica HVSR è totalmente non invasiva, molto rapida, si può applicare ovunque e necessita di poco spazio in quanto consiste nella registrazione del rumore ambientale tramite un tromometro digitale collegato ad un sismografo.

Siamo in grado di effettuare registrazioni del rumore ambientale con geofoni triassiali aventi frequenza propria di 4.5 e 2 Hz
I risultati che si possono ottenere da indagini sismiche HVSR sono:

È necessario, per l’affidabilità del risultato, conoscere la profondità di un riflettore noto dalla stratigrafia e riconoscibile nella curva H/V.